mercoledì 29 febbraio 2012

Gran Bretagna, i miracoli sono vietati

 

Nella Parigi del Re Sole, su uno dei pochi colli che spezzano il piatto panorama della città, traversata dalla Senna, c’é la chiesa di San Medardo. E nel giardino e nella zona intorno alla chiesa avvennero strane cose; eventi legati allo spirito, convulsioni, e – sembra – guarigioni miracolose. Cose imbarazzanti, anche perché sembravano non tanto in linea con il regime. Tanto che un editto del Re proibì assembramenti e riunioni nel cimitero di San Medardo, dove amici e sostenitori di un certo Jean de Paris, ivi sepolto, in odore di santità, pareva essere il detonatore di tanta spiritualità. Accanto, apparve, affisso da mano ignota, un cartello ironico, che fingeva provenire dalla corte di Versailles: “De par le Roi – Defense a Dieu – De faire miracle – Dans ce lieu”. (Da parte del Re- Proibizione a Dio – Di fare miracoli – In questo luogo). Un fatto analogo sta accadendo in Gran Bretagna, dove la British Standards Authority (Asa) ha diffidato un gruppo di cristiani che hanno la loro sede nella città di Bath, nel Somerset, dal dichiarare e rendere pubblico, implicitamente o esplicitamente, che, grazie all’intercessione delle loro preghiere la gente può essere guarita fisicamente.

La parrocchia che vieta a Margherita Hack di parlare

Come ai bei tempi, quando i treni arrivavano in orario

Succede in Trentino, e lo apprendiamo tramite Ildisinformatico. Margherita Hack avrebbe dovuto parlare il prossimo 6 aprile al teatro San Pietro di Mezzolombardo, ma i componenti parrocchiali del comitato di gestione del teatro è arrivato un no.

Fughe di notizie dal Vaticano: “dossier fatto uscire per attaccare Bertone"

Le fughe di notizie a opera dei “corvi” hanno fortemente indispettito il Vaticano, che ha sempre difeso la propria aura di impenetrabilità e rispettabilità. Ma le recenti notizie uscite sul caso di mons. Carlo Maria Viganò, silurato dopo aver tentato di rimettere ordine nel Governatorato, le resistenze in Vaticano per adeguare lo IOR a criteri di trasparenza finanziaria e le presunte trame della P4 mostrano una realtà meno nota e più imbarazzante. E il Vaticano vuole correre ai ripari.

L’[in]esistenza di Dio

PREMESSA
L’ONERE DELLA PROVA
GLI ARGOMENTI DEI CREDENTI
GLI ARGOMENTI DEI NON CREDENTI
PERCORSI DI APPROFONDIMENTO

PREMESSA
Questa sezione del sito UAAR è dedicata a un tema che ha sempre suscitato grandi dibattiti, ma non ha mai raggiunto alcuna conclusione. I credenti(*) non sono in grado di dimostrare che Dio esiste, i non credenti non sono in grado di dimostrare che Dio non esiste. Con un importante corollario: i secondi ritengono che l’onere della prova ricada sui primi. In assenza di prove, ci limitiamo dunque a presentare, si spera in modo comprensibile, i principali argomenti addotti in favore delle proprie opinioni da credenti e non credenti e le relative repliche. La ricerca dell’accessibilità ci ha portato a escludere argomenti sostanzialmente accademici come il Trilemma di Lewis o la forchetta di Hume.
I percorsi di approfondimento elencati in calce alla pagina permetteranno a chiunque di sviscerare ulteriormente la materia. Invitiamo chi volesse dibatterne a farlo sulla mailing list [ateismo]. Commenti, suggerimenti e segnalazioni di errori vanno invece inviati a uaar@uaar.it.
* Per semplificare il testo preferiamo utilizzare il termine “credente”, in luogo del più corretto “teista”, di uso prevalentemente accademico.

L’[in]esistenza di Dio: gli argomenti dei credenti

LA PROVA ONTOLOGICA
LA PROVA COSMOLOGICA
LA PROVA TELEOLOGICA
LA SCOMMESSA DI PASCAL
L’ARGOMENTO MORALE
IL CONSENSO UNIVERSALE
I TESTI SACRI
I MIRACOLI
LA FELICITÀ DEL CREDENTE
LA MANCANZA DI RISPOSTE DELLA SCIENZA
IL NOME DEGLI ATEI
L’ESPERIENZA RELIGIOSA

L’[in]esistenza di Dio: gli argomenti dei non credenti

L’ASSENZA DI EVIDENZE
IL RASOIO DI OCCAM
LA NON CREDENZA
LA PLURALITÀ DELLE RELIGIONI E DEGLI DEI
“NESSUN MOTIVO”
L’INGIUSTIZIA
LA SPROPORZIONE DELLA PENA
IL DOLORE E IL MALE (TEODICEA)
L’INCOERENZA DEGLI ATTRIBUTI DIVINI
LA COMPLESSITÀ DI DIO
LE NEUROSCIENZE

martedì 28 febbraio 2012

Bertone si vantò con Tettamanzi: “Il Papa vuole cacciarti dall’Istituto Toniolo”

I cardinali Dionigi Tettamanzi e Tarcisio Bertone

Le lettere pubblicate dal Fatto rivelano che il segretario di Stato a marzo 2011 si arrogò il diritto di licenziare il presidente dell'ente simbolo dei rapporti fra Chiesa e politica. Si trattava dell'ex arcivescovo di Milano

Le lettere che il Fatto pubblica oggi in esclusiva descrivono una situazione inedita al vertice della Chiesa. Il braccio destro del Papa, il segretario di Stato Tarcisio Bertone, si arroga il diritto di parlare a nome di Benedetto XVI e, forte di questo mandato, nel marzo del 2011 arriva a licenziare su due piedi il presidente dell’Istituto Giuseppe Toniolo, un cardinale autorevole come Dionigi Tettamanzi, allora arcivescovo di Milano e accreditato dalla stampa nel 2005 come un possibile successore di Giovanni Paolo II. Per tutta risposta Tettamanzi scrive a Benedetto XVI per chiedergli di sconfessare Bertone annullando la sua decisione. E, colpo di scena, la sconfessione di fatto si realizza.

Lettere dal Vaticano: “Il Papa vuole cacciarti”


Veleni e corvi negli scambi epistolari tra i cardinali Bertone e Tettamanzi

L’amore sincero e puro che lega i cardinali ad maiorem gloriam dei è sempre più netto. A darcene prova, ancora una volta, un articolo di Marco Lillo sul Fatto Quotidiano che illustra i contenuti di alcune lettere che si sono scambiati Tarcisio Bertone e Dionigi Tettamanzi, con oggetto il famoso istituto Toniolo: il centro di potere per eccellenza del Vaticano, visto che attraverso l’ente si controllano il policlinico Gemelli, l’università Cattolica e le case editrici dei media cattolici.

Tutta la verità (?) sull’Ici alle scuole private

Sarà facile per gli istituti cattolici evitare l’assedio fiscale. Ecco perché
La montagna rischia, ancora una volta, di aver partorito il consueto topolino: già, perché il veloce dietrofront, o meglio la precisazione di Mario Monti in persona rispetto alla normativa delle esenzioni Imu alle scuole private, cattoliche perlopiù in Italia, chiude una partita che si era annunciata ghiotta. Finalmente, dicevano i più favorevoli ad un esito di questo tipo, anche le scuole cattoliche dovranno pagare le imposte sugli immobili che occupano: essendo peraltro in massima parte degli organismi che tendono al profitto, che producono lucro, la tassazione sarebbe stata più che corretta.

lunedì 27 febbraio 2012

La Chiesa che licenzia chi non segue le sue regole

Chi è impiegato in aziende legate al clero tedesco è sottoposto a regole che violano i diritti garantiti dalla legge

Il diritto religioso può regolare ogni ambito della vita delle persone. Una simile pratica non è solo una prerogativa della Sharia islamica, ma vige in realtà anche nell’ordinamento di alcuni Paesi europei. In Germania i dipendenti della Chiesa cattolica non godono di diritti garantiti dalla legge o addirittura dalla Costituzione perché lavorano in strutture dipendenti dal clero. Chi non si comporta come prescrive la morale cattolica può essere licenziato in modo discriminatorio, senza che niente o quasi lo possa impedire.

"GESÙ ANNUNCIÒ MAOMETTO". IL VATICANO CHIEDE PERIZIA SU UN VANGELO DI 1500 ANNI FA

ANKARA - Un vangelo nel quale Gesù avrebbe profetizzato l'avvento di Maometto. Il Vaticano avrebbe chiesto alla Turchia di esaminare un'antica bibbia rinvenuta di recente che conterrebbe una copia di un vangelo apocrifo, quello di Barnaba, che attribuirebbe a Gesu' la profezia dell'avvento di Maometto sulla terra. La richiesta vaticana, riferisce il sito del quotidiano turco Zaman citando il giornale Bugun, riguarda una Bibbia risalente a circa 1.500 anni fa rinvenuta dalla polizia nel sud della Turchia durante un'operazione anti-ricettazione nel 2000 e di recente affidata al Museo etnografico di Ankara.

I Maya festeggiano il nuovo anno


…che non sarà l’ultimo. Anche se ce lo meriteremmo

I maya festeggiano il nuovo anno e negano di aver mai predetto la fine del mondo nel 2012. Con cerimonie e riti ancestrali fra le rovine di Iximche’, un centinaio di km a ovest di Citta’ del Guatemala, dirigenti e sacerdoti Maya hanno dato il benvenuto all’anno 1528, ‘l’ultimo prima dell’inizio di una nuova era’, ha detto un sacerdote maya, Antonino Gonzales – come riporta il sito web del magazine Semana – precisando che i suoi antenati ‘non hanno mai previsto che ci sarebbe stata la fine del mondo’ e che si tratta solo di ‘fraintendimenti di persone che non conoscono la nostra cultura’.

L’inferno di essere gay e musulmano

Dove la tradizione è discriminazione: anche nelle comunità degli immigrati la vita è ancora molto difficile

Che la vita di un ragazzo o di una ragazza omosessuale in un paese di religione islamica come l’Algeria e il Marocco, dove essere gay è peccato e reato, sia particolarmente difficile, non è qualcosa che stupisca; che anche le comunità di emigranti in paesi europei si portino dietro queste tradizioni, contribuendo a rendere molto difficile la vita anche ai figli persino in paesi che hanno da tempo superato la logica della discriminazione nei confronti delle persone Lgbt, può essere naturale ma non per questo meno tragico.

domenica 26 febbraio 2012

Marco Simeon, il nuovo potere tra Rai e Vaticano. “La P4? Non ho capito cosa sia”

 
L'allievo di Tarcisio Bertone e Luigi Bisignani, citato nelle grandi inchieste, si confessa al Fatto. "Il portavoce dell'Opus Dei mi presentò Geronzi e a 26 anni lavoravo in Capitalia per la Santa Sede"

Il segreto è un potere: “In Vaticano insegnano: chi sa non dice, chi dice non sa. E io non dico mai troppo”. Il 33 enne Marco Simeon è un equilibrista fra fede e denaro, banche e chiese, chiaro e scuro: ossequioso direttore di Rai Vaticano e responsabile relazioni istituzionali e internazionali di viale Mazzini, discepolo di maestri diversi e controversi fra il cardinale Tarcisio Bertone e il faccendiere Luigi Bisignani, fra il cardinale Mauro Piacenza e il banchiere Cesare Geronzi. Non appare mai. Non parla mai. Non commenta mai: “Questa è la mia prima intervista”. Dove c’è scandalo, c’è il nome di Simeon.

“L’Ici alla Chiesa? Senza utili non si paga”

Il sottosegretario Polillo “svela” come funziona la legge. E dove si trova l’inganno

L’esenzione dall’Imu sara’ garantita comunque agli enti “no profit” – e dunque anche a parrocchie e istituti religiosi – che non ricavano utili dalle loro attivita’. Lo ha detto ad Avvenire Gianfranco Polillo, sottosegretario all’Economia del governo Monti. “Il concetto e’ semplice ed e’ iscritto nei principi generali dell’ordinamento: paga l’Imu chi iscrive un utile in bilancio. Chi, insomma, lucra sull’attiva che svolge”. Una posizione interessante; a questo punto, basterà essere in passivo – anche grazie a qualche “anticipazione” di spesa – ed ecco pronta l’esenzione.

Ici alle scuole cattoliche, la Chiesa ci prova

I politici cattolici chiedono l’esenzione

Il dibattito è infinito. Dopo che sembrava trovato l’accordo sul minimo di pagamenti di Imu nelle strutture della Chiesa, adesso salta fuori il problema delle scuole cattoliche.

sabato 25 febbraio 2012

Quei preti tedeschi contro Ratzinger

Un gruppo di religiosi di Passau propone una riforma totale della morale cattolica

Dopo l’Austria la ribellione alla linea della Chiesa ufficiale arriva anche in Germania. Nella diocesi di Passau una trentina di preti ha aderito ad un gruppo che vuole proporre una riforma drastica della morale cattolica, affermando il diritto delle donne di servire messa, così come la fine dell’obbligo di celibato oppure la possibilità di dare la comunione ai divorziati. Anche nella Baviera cattolica, la terra dove è nato Ratzinger, il movimento che vuole cambiare la Chiesa mette radici, terrorizzando il vescovo di Passau e il clero tedesco.

Così Monti fa pagare la Chiesa

Cambiano le esenzioni Imu con una paginetta a firma del professore.

Secondo i racconti popolari era necessario aspettare l’apocalisse per vedere la Chiesa pagare le tasse: e invece, è bastata una paginetta a firma di Mario Monti, il presidente del Consiglio che ha di colpo regolarizzato le esenzioni Ici di cui gli immobili appartenenti al patrimonio ecclesiastico hanno finora goduto. La rivoluzione parte dal catasto: se grazie ad una piccola chiesetta nella struttura, il luogo poteva essere qualificato come edificio non esclusivamente commerciale, ora sarà la parte di edificio adibito al culto a non pagare, normalmente, l’Imu.

venerdì 24 febbraio 2012

“Aprite la tomba del boss nella chiesa”

Padre Lombardi parla di Enrico De’ Pedis ed Emanuela Orlandi

La leggenda metropolitana che vuole Emanuela Orlandi – la ragazza sparita misteriosamente nel 1983 – sepolta a Sant’Apollinare nella tomba di Enrico De’ Pedis fa una vittima illustre Oltretevere. Ovvero padre Lombardi, che ha parlato in un appunto che doveva rimanere riservato della questione. Della storia parla Fabrizio Peronaci sul Corriere della Sera:

La massoneria in Vaticano


Un altro documento uscito da Oltretevere parla della P4 a San Pietro

Massoneria, società segrete, logge. Insomma, “la P4 in Vaticano”, come scrive Orazio La Rocca su Repubblica riferendosi a un documento che circola nei palazzi pontifici e parla di tangenti, burattinai e dell’organizzazione di Luigi Bisignani, che nel frattempo ha patteggiato un anno e mezzo di reclusione per associazione a delinquere, favoreggiamento, rivelazione di segreto e corruzione. Scrive Repubblica:

giovedì 23 febbraio 2012

Mente, cervello e telepatia

Mente, cervello e telepatia di Rupert Sheldrake
Una Mente estesa
Dov’è localizzata la nostra mente? Ci hanno insegnato a credere che sia dentro la nostra testa, che l’attività mentale non sia altro che attività cerebrale. Alcune prove sperimentali descritte in quest’articolo suggeriscono che la nostra mente si estenda ben oltre il cervello; estendendosi attraverso dei campi che ci collegano al nostro ambiente e gli uni agli altri. (Sommarietto o catenaccio)
I campi mentali sono radicati nel cervello, proprio come i campi magnetici che circondano un magnete sono radicati nel magnete stesso, o come i campi di trasmissione attorno ai telefoni cellulari sono radicati nel telefono e nella sua attività elettrica interna. I campi mentali inoltre si estendono attorno al cervello allo stesso modo in cui i campi magnetici si estendono attorno ai magneti, ed i campi elettromagnetici attorno ai telefoni cellulari.
I campi mentali ci aiutano a spiegare la telepatia, la sensazione di essere osservati ed altre capacità molto diffuse ma tuttora prive di spiegazione. Soprattutto, i campi mentali sono alla base della normale percezione quale parte essenziale della vista.
Immagini Fuori della nostra Testa
Guardatevi attorno.

Milano verso il riconoscimento delle unioni civili, ma è scontro nella maggioranza

 
Settimana prossima verrà depositato in Consiglio comunale il testo della delibera su cui si aprirà il confronto in Aula. L'annuncio dell’iniziativa però divide la giunta arancione. E non mancano neppure i mal di pancia nella componente cattolica del Pd

Regno Unito, s’infiamma il confronto sui temi etici

Chiese e Stato si fronteggiano sulle “leggi di uguaglianza” in relazione alla possibilità di adozione da parte di coppie omosessuali

Giacomo Galeazzi

Città del Vaticano

"Cristiani come gli islamisti". Non solo Obama ha problemi con i cattolici per l’inclusione della contraccezione nell’assicurazione sanitaria. Nel Regno Unito, Trevor Phillips, direttore della commissione per la parità e i diritti umani, ha criticato pubblicamente le confessioni cristiane che non accettano le «leggi di uguaglianza» come quella per esempio che permette agli omosessuali di adottare bambini.

mercoledì 22 febbraio 2012

Quel clero diviso

Nel mondo cattolico di lingua tedesca è ormai guerra aperta tra correnti liberali e conservatrici. Gli appelli (e i “contro-appelli”) non si contano più

alessandro alviani

berlino

La contrapposizione nel mondo cattolico di lingua tedesca tra correnti liberali e correnti conservatrici ha portato a “un'aperta spaccatura” all'interno del clero. Lo scrive il settimanale Der Spiegel nel suo ultimo numero. A condurre all'escalation una contrapposizione che cova ormai da mesi è un comunicato diffuso lo scorso fine settimana dalla 'Rete dei preti cattolici', un gruppo di ispirazione conservatrice che riunisce circa 500 parroci. Nella nota, firmata dai preti Guido Rodheudt, Hendrick Jolie e Uwe Winkel e sottoscritta da sacerdoti tedeschi, austriaci e svizzeri, viene duramente attaccato l'“Appello alla disobbedienza” pubblicato la scorsa estate dall''Iniziativa dei preti', una corrente liberale che ha le sue radici in Austria e che chiede di rivedere le posizioni della Chiesa sugli omosessuali, sul celibato e sull'accesso delle donne al sacerdozio. "L'Iniziativa dei preti è un ulteriore, triste sintomo dello scisma di fatto che si è verificato da tempo, sotto gli occhi dei vescovi, nell'area di lingua tedesca”, si legge nel comunicato della 'Rete'. Tale scisma "non divide i laici dagli ecclesiastici, né i Paesi di lingua tedesca dalla Curia romana”, bensì coloro che accettano la dottrina e l'ordinamento della Chiesa da quelli che sono sulla strada verso la “creazione di una loro Chiesa”.


martedì 21 febbraio 2012

"MALIGNO ALL' OPERA"

Dietro le fughe di notizie e gli intrighi che stanno avvelenando il clima della Curia Romana c'è sì la manina di qualche prelato ma soprattutto è all' opera il Maligno. Comunque non c'è da temere, Benedetto XVI infatti «è sereno, è la colonna che tiene», afferma il cardinale svizzero e insigne teologo Georges Cottier in un' intervista ad Avvenire. «Durante il Concistoro ho constatato - dice - che non ero stato il solo ad avere un certo pensiero. Che è questo: in tutto l'agitarsi attorno alla Chiesa, si può vedere l'opera del Maligno al lavoro. Nel senso che se la Chiesa fosse assopita nella mediocrità, o occupata solo di intrighi, rivalità, il diavolo non avrebbe molto da fare.

SIAMO IL FRUTTO DEL CASO. IL SAGGIO DI TELMO PIEVANI DALL’ ALMANACCO DELLA SCIENZA DI MICROMEGA

Pubblichiamo come regalo ai lettori del sito il saggio di Telmo Pievani che apre il nuovo Almanacco della Scienza di MicroMega, ancora in edicola e libreria fino a metà marzo.
Se ne facciano una ragione i sostenitori di Disegni più o meno intelligenti: le evidenze scientifiche confermano ogni giorno di più che a condizionare l’evoluzione di Homo sapiens è stata la casuale combinazione di fattori del tutto contingenti ed ‘esterni’, in particolare eventi climatici e fattori geografici. Sarebbe ora di accogliere l’estrema perifericità della condizione umana nella sua tragica bellezza.


di Telmo Pievani, da MicroMega 1/2012, Almanacco della Scienza

lunedì 20 febbraio 2012

Le grandi religioni: EBRAISMO

Chi sono gli ebrei? Uomini e donne appartenenti alla stessa comunità religiosa, a un'identica razza o allo stesso popolo?Nulla e un po' di tutto questo.La definizione di "ebreo" risulta talmente vaga e complessa da affondare le radici nel buio dei millenni, in un composito intreccio fra storia e religione.

IL BUDDHISMO, UNA DOTTRINA CHE TACE SU DIO

di MARYDA PALMA

budda26.jpg - 14106 Bytes
L'immagine del Buddha è presente
ovunque venga seguita la sua dottrina
Il termine Buddhismo deriva da Buddha (in sanscrito "il Risvegliato, l'Illuminato"), appellativo attribuito al principe Siddharta Gautama (563-486 a.C. circa), originario di Kapilavastu, nella regione himalayana. Il Buddhismo nasce in India, ma si diffonde ben presto in Asia, raggiungendo, negli ultimi tempi, alcune zone dell'America e dell'Europa (anche personaggi celebri del mondo dello spettacolo e dello sport, due nomi per tutti, Richard Gere e Roberto Baggio, si sono avvicinati a questa religione, che indubbiamente esercita un certo fascino nei confronti della mentalità occidentale). Il Buddhismo assume connotazioni diverse secondo le zone di diffusione: Sri-Lanka, Birmania, Laos, Thailandia, Cambogia, Vietnam, ma anche Cina, Giappone, Tibet, Corea del Sud.

Le grandi religioni L’ISLAMISMO

Lo seguono ottocento milioni di fedeli. Quali
sono le caratteristiche del culto che sul pianeta
è secondo soltanto al Cristianesimo? In questo
studio la risposta a tutte le domande su una
dottrina molto discussa ma poco conosciuta

L’ICI E IL NIPOTE DEL CARDINALE

Nella trattativa con il governo il Vaticano ha un dirigente del Tesoro di fiducia.

“I SINDACI PDL NON FARANNO PAGARE L’ ICI ALLA CHIESA” “I SINDACI PDL NON FARANNO PAGARE L’ ICI ALLA CHIESA” “I SINDACI PDL NON FARANNO PAGARE L’ ICI ALLA CHIESA”



Esilaranti dichiarazioni del coordinatore PdL lombardo.
“Credo che nessun sindaco del Popolo della Liberta’, nonostante le note difficolta’ economiche in cui versano i Comuni, applichera’ mai l’ Ici di Monti agli asili parrocchiali e a quei beni della Chiesa ove si svolgano attivita’ sociali, formative e religiose cosi’ utili per le nostre comunita’”. E’ quanto ha affermato il senatore Mario Mantovani, coordinatore regionale lombardo del Popolo della Liberta’, intervenendo oggi al congresso provinciale di Brescia.

domenica 19 febbraio 2012

Giordano Bruno? Per il Messaggero ha avuto un processo giusto e una detenzione umana



La statua di Giordano Bruno in Campo de’ Fiori a Roma (da Flickr)

 
Finalmente la verità su Giordano Bruno. A 412 anni esatti dal rogo di Campo de’ Fiori il Messaggero riscopre gli atti del processo. Un approccio leggermente revisionista e il quotidiano giunge a una conclusione sorprendente. Vuoi vedere che sotto sotto l’Inquisizione romana ha fatto bene a bruciare il filosofo di Nola?

Regno Unito, la lotta dei vescovi per salvare i cappellani


Una campagna governativa punta a ridimensionare la presenza (sostenuta con fondi pubblici) dei religiosi negli ospedali
GIACOMO GALEAZZI CITTÀ DEL VATICANO
Dio salvi il cappellano. Nel Regno Unito i vescovi lottano per salvare la figura del cappellano negli ospedali, cancellata dalla campagna governativa che punta ad escludere l'influenza religiosa dal Servizio sanitario nazionale.

sabato 18 febbraio 2012

Norme antiriciclaggio: Ior, ecco le carte che inchiodano il Vaticano sulla trasparenza

Monsignor Attilio Nicora

In una lettera il cardinale Nicora, capo dell'Autorità di Informazione Finanziaria della Santa Sede, lancia l'allarme: "Con la nostra ultima legge facciamo un passo indietro e resteremo un paradiso fiscale". Il documento inviato a Gotti Tedeschi e alla Segreteria di Stato.
Altro che trasparenza, altro che collaborazione, altro che volontà di fornire tutte le informzioni a chi indaga.

Ici alla Chiesa, nulla di fatto al vertice tra Italia e Vaticano: “Non ne abbiamo parlato”


All'incontro per l'anniversario del Concordato il tema della tassa sugli immobili a uso commerciale è rimasto tabù. Intanto in Parlamento monta l'opposizione bipartisan alla riforma: Lupi (Pdl) e Sposetti (Pd): "Il governo stia attento". Rutelli (Terzo polo): "Non tassiamo il pranzo dei poveri".
Nulla di fatto. A Palazzo Borromeo ieri, nella bilaterale tra Stato italiano e Vaticano, non si è parlato di Ici sui beni immobili alla Chiesa. L’annuncio ufficiale dell’ambasciatore italiano presso la Santa Sede, Francesco Maria Greco, suona come un’elegia funebre per l’atteso emendamento: “Il vertice è andato bene, si è parlato di tutto.

LE PERICOLOSE INGERENZE VATICANE E LA LATITANZA DELLA POLITICA

83 anni fa la firma dei Patti Lateranensi. Oggi siamo costretti a trasformare il motto di cui si appropriò Cavour ‘libera Chiesa in libero Stato’ in ‘libero Stato da libera Chiesa’: la velleità del conte piemontese di privare la Chiesa del suo potere temporale è fallita in questi anni di subordinazione della debole politica italiana ai diktat clericali. Il progresso scientifico, la garanzia del rispetto dei diritti civili, l’affermazione dell’autodeterminazione sono imprigionati dalla trama che il Vaticano ha tessuto intorno a quello che dovrebbe essere uno Stato laico. La Chiesa fa politica e la fa meglio dei nostri politici, inermi e silenti dinanzi al deficit di

venerdì 17 febbraio 2012

L’hotel della Chiesa che non paga l’Ici


La storia del San Filippo Neri a Milano.
La storia la racconta Fabio Poletti sulla Stampa di Torino: non lo chiamano hotel, ma piu’ modestamente pensionato anche se c’è il wireless in camera e l’ambiziosa forma della struttura se lo meriterebbe. E’ il San Filippo Neri di via Mercalli, centouno camere e non paga l’Ici.
«Se la proprietà dell’immobile deve pagare anche l’Ici, ci aumenta l’affitto. Se ci aumenta l’affitto, noi aumentiamo le rette del convitto. Se no, chiudiamo». Il diacono Luigi Magni che dirige questa fondazione in pieno centro a Milano non avrà l’aria del mercante nel tempio, ma gli affari sono affari. E nell’anno della crisi, qualcuno dovrà pure pagare i conti.

giovedì 16 febbraio 2012

Legionari senza pace, si dimette Malen Oriol


La leader della sezione femminile della congregazione religiosa "Regnum Christi" lascia, dopo che qualche mese fa si era dimesso il direttore fondatore dell'agenzia di stampa cattolica "Zenit".
Nuovo smottamento nei Legionari di Cristo. Si è dimessa Malen Oriol, la leader della branca femminile della congregazione religiosa finita sotto la tuteladel Vaticano dopo che la stessa Santa Sede ha accertato nel 2010 le malefatte del fondatore.
Il sacerdote messicano Marcial Maciel (1920-2008), pedofilo, tossicomane e padre di tre figli avuti da due donne diverse (avrebbe abusato anche di uno dei figli) è stato allontanato da ogni incarico. Escono dalla branca laicale dei Legionari, Regnum Christi, anche una trentina di altre donne."Malen Oriol - si legge in una nota in inglese diffusa dai Legionari di Cristo a conferma di voci di stampa - l'assistente per la vita consacrata al direttore generale, ha inviato una lettera a tutte le donne consacrate con la quale annuncia ha rassegnato le sue dimissioni al cardinale Velasio de Paolis",delegato del Papa per la congregazione religiosa.

Il prete che ha fatto vergognare la Chiesa


Abusi su ragazze e affari economici: amarcord di Lelio Cantini, il sacerdote fiorentino morto ieri.
E’ morto ieri nella tarda serata, nel convento dei frati Francescani a Fiesole (Firenze), l’ex sacerdote fiorentino Lelio Cantini che nell’ottobre 2008 era stato ridotto allo stato laicale dal Papa dopo essere stato riconosciuto colpevole ‘di abuso plurimo e aggravato nei confronti di minori’. Nato nel 1923 Cantini, deceduto per un malore ma da tempo con problemi di salute, era ‘ospite’ del convento. Fino al 2005 era stato parroco alla Regina della Pace, nel quartiere di Rifredi a Firenze.La storia del sacerdote fiorentino è uno di quegli intrecci di violenze e strani affari nei quali ogni credente e praticante cattolico non vorrebbe mai vedere coinvolti le proprie guide spirituali.

Il piano del governo per far pagare l’Ici alla Chiesa


Niente più Imu per attività non esclusivamente commerciali. Il fisco guarderà alla destinazione prevalente.
Il governo Monti ribadisce le regole dell’Imu per la Chiesa, e a prima vista sembra che annunci anche una stretta per le furbizie certificate riguardo gli immobili del clero. Dopo gli annunci dei giorni scorsi, un articolo di Maria Antonietta Calabrò sul Corriere della Sera racconta le ultime decisioni:
Il presidente del Consiglio,Mario Monti, ha comunicato ieri ufficialmente al vicepresidente della Commissione europea, Joaquin Almunia, la sua intenzione di presentare al Parlamento «un emendamento che chiarisca ulteriormente e in modo definitivo la questione», che ha generato molte polemiche e sulla quale la Commissione europea ha aperto, dopo un esposto del Partito radicale, nell’ottobre 2010, una procedura di infrazione per violazione della concorrenza ed illegittimo aiuto di Stato.

mercoledì 15 febbraio 2012

I lefebvriani: «Il preambolo non è accettabile, aspettiamo con trepidazione la risposta di Roma»


Su Die Welt l’intervista all’abate Franz Schmidberger, primo successore di Lefebvre: «Se Roma ci chiede di accettare tutto il Concilio incondizionatamente, non vedo una possibilità di riconciliazione» Andrea Tornielli Città del Vaticano
Nelle scorse settimane il vescovo Bernard Fellay, superiore generale della Fraternità San Pio X, aveva dichiarato, nel corso di un’omelia tenuta durante un viaggio negli Stati Uniti, che il «preambolo dottrinale» proposto dalla Santa Sede ai lefebvriani non poteva essere sottoscritto nella sua attuale stesura.

Così la banca del Vaticano frega la giustizia


Il dossier sullo Ior e le norme dell’antiriciclaggio
Dopo i complotti passiamo alle cose serie. Ovvero, ai soldi. Marco Lillo sul Fatto Quotidiano pubblica un dossier molto interessante riguardante lo Ior e la querelle con la giustizia italiana, con l’accusa di riciclaggio che pende sulla testa della banca cattolica. Un dossier da cui si evince che gli impegni di trasparenza e collaborazione forniti alla giustizia italiana erano solo una bufala messa lì per prendere tempo. Dall’articolo:
Il Vaticano non ha alcuna intenzione di attuare gli impegni assunti in sede europea per aderire agli standard del Comitato per la valutazione di misure contro il riciclaggio di capitali (MONEYVAL) e non ha alcuna intenzione di permettere alle autorità antiriciclaggio vaticane e italiane di guardare cosa è accaduto nei conti dello IOR prima dell’aprile 2011.

lunedì 13 febbraio 2012

“Il Papa pensa alle dimissioni”



Monsignor Bettazzi fa ipotesi sulle decisioni di Ratzinger a Un giorno da Pecora
“No, non credo’ all’idea di un complotto contro il Papa, ma piuttosto ‘all’eventualita’ delle dimissioni. Per preparare questo choc, perche’ le dimissioni di un Papa sarebbero un choc, cominciano a buttare li’ la cosa del complotto’. Lo ha detto mons. Luigi Bettazzi, vescovo emerito di Ivrea, parlando alla trasmissione ‘Un giorno da pecora’.

"BACIO TRA DUE DONNE COME PIPÌ PER STRADA" BUFERA SU GIOVANARDI

Bufera di critiche da parte del mondo politico nei confronti delle affermazioni dell' ex sottosegretario. Pd e Fli chiedono le scuse. Insorge il popolo Glbt.
di Luca Romano - "Vedere due donne che si baciano in strada? È come vedere qualcuno fare la pipì". Le parole dell' ex sottosegretario, Carlo Giovanardi, pronunciate durante la trasmissione "Non ci sono più le mezze stagioni" su Radio 24, hanno destato numerose polemiche sia nel mondo politico sia tra il popolo gay.

SCUSE A GALILEO. LA CHIESA CI RIPENSA

di Riccardo Chiaberge in “Saturno” del 10 febbraio 2012
Eppur si muove. Sì, ma all’ indietro, come i gamberi.
Sulle scuse a Galileo la Chiesa ci ripensa, e vent’anni dopo la storica svolta di Wojtyla (31 ottobre 1992) nel mondo cattolico tornano ad affiorare malumori e contrasti. L’ organo dei gesuiti “La Civiltà Cattolica” ha respinto un articolo sull’ argomento di padre Ennio Brovedani, che dello scienziato pisano è appassionato studioso e che nel maggio del 2009 promosse un memorabile convegno a Firenze con i massimi esperti mondiali, atei e credenti, 
alla presenza di Giorgio Napolitano. Ordinaria amministrazione, si dirà. La censura, nel clero e nei suoi organi di stampa, è cosa di tutti i giorni. Ma il caso Brovedani fa più scalpore del solito, per il tema e la statura del personaggio. E poi ogni pagina di “Civiltà Cattolica” è sottoposta al vaglio preventivo della Segreteria di Stato, sicché dietro la bocciatura qualcuno intravede la manina del Cardinal Bertone. A quanto pare, insomma, il Vaticano che benedice il tecnico Monti (già studente modello di un liceo dei gesuiti) non ha ancora digerito, dopo ben quattro secoli, il tecnico Galileo. Ma ecco i fatti.

Le guerre poco sante del Vaticano

Benedetto XVI

Non sorprende che il portavoce vaticano definisca incredibile il documento che pubblichiamo (cos’altro dovrebbe dire?), così come non ci aspettiamo che il cardinale Castrillón e il cardinale Romeo, ciascuno per la parte che lo riguarda, svelino cosa si nasconde realmente dietro il contenuto sconvolgente di quelle pagine scritte in tedesco. Nella lunga storia della Chiesa, gli attentati alla vita dei pontefici non sono stati pochi (senza contare le morti sospette: Papa Luciani), ma è difficile ricordare una premonizione così datata: “Entro 12 mesi”.

domenica 12 febbraio 2012

La Santa Casta della Chiesa


Oggi come ieri: la santa casta è figlia del suo passato. Un passato che ha visto una santa comunità accumulare proprietà, gestire catacombe, trafficare reliquie. Con tanto di guerriglia urbana per eleggere al vertice della piramide il vescovo di Roma, prologo alla doppia esistenza di papi e antipapi. Al seguito, una corte di ecclesiastici e diaconi dediti allo sfruttamento delle proprietà terriere, che si inventano la "penitenza tariffata" per la remissione dei peccati e l'obolo dei pellegrini ai luoghi santi.
La Chiesa di Roma diventa Stato facendo carte false di una donazione di Costantino, si inventa un sacro impero frammentato in Stati vassalli, fonte di benefici da gestire, con l'unzione di un sovrano a latere, solo teoricamente difensore dei beni del vescovo definito papa. Che si qualifica sovrano temporale, e si circonda di cardinali, vescovi, presbiteri, diaconi, con un potere finanziario basato su continui lasciti, dilazioni e rendite di provenienza feudale. Ecco l' origine della santa casta.

LA LEGA CONTRO IL LIBRO DELLE MAMME LESBICHE

Il Carroccio chiede il ritiro dalle bliblioteche di un testo che racconta di due donne che diventano genitrici di un bimbo.
Non si è fatto quasi in tempo ad archiviare a Milano le polemiche sul libro Piccolo uovo di Altan, in cui un uovo trova i genitori perfetti in una coppia di pinguini omosessuali, che un caso simile si appresta a “scoppiare”. Questa volta – lo riporta l’Ansa – è il capogruppo della Lega a Palazzo Marino Matteo Salvini 

NON UCCIDERANNO IL PAPA MA IN VATICANO C' È UNA GUERRA SANTA

Dentro la Santa Sede è in atto un regolamento di conti tra porporati. Che però ha come vittima Benedetto XVI.
di Paolo Rodari - Il cardinale colombiano Darío Castrillón Hoyos «non parla coi giornalisti» dice il suo segretario personale. A parlare, infatti, è l’ appunto «confidenziale» che l’ex prefetto del Clero ha inviato il 30 dicembre scorso al Papa e che ieri il Fatto quotidiano ha pubblicato per intero. L’ appunto «autentico», nel senso che effettivamente 

sabato 11 febbraio 2012

MONDI ABITATI? CI VUOLE SCIENZA E FANTASIA

Giordano Bruno lo pensava e lo diceva già alla fine del 1500: infiniti soli, innumerabili mondi. Dunque, già allora c’era chi era convinto che l’ Universo fosse ricco di pianeti che, come la Terra, orbitano intorno alla loro stella. Tuttavia, solo pochi anni fa, questa convinzione attendeva ancora con ferma sperimentale (osservativa, diremmo noi astronomi) e solo la fantasia forniva risposte alle molte domande in materia. Poi, nel campo della ricerca e dello studio dei pianeti extrasolari, con una progressione impressionante, si è passati in pochi anni dalla proposta di alcuni candidati – qualcuno smentito e altri faticosamente confermati – alla situazione attuale che contempla il censimento di più di 500 pianeti e diversi sistemi planetari complessi. Numeri che sono destinati a cresce re rapidamente. Oggi sono in orbita due telescopi spaziali – COROT e KEPLER – de dicati alla scoperta di pianeti extra solari e altri telescopi sono in fase di progettazione. Per non dire dei programmi finalizzati a questi studi con i telescopi a terra. L’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), per esempio, sta perfezionando un accordo di collaborazione con l’Università di Ginevra e altri istituti esteri per costruire e collocare sul Telescopio Nazionale Galileo uno strumento – HARPSN – che replica quel lo in uso da diversi anni al telescopio da 3,6m a LaSilla (Cile) e che è considerato uno dei più formidabili cacciatori di pianeti extrasolari oggi disponibili. Semplicemente, abbiamo imparato a guardare, abbiamo raffinato gli strumenti necessari a vedere, e sappiamo vedere cose che solo pochi anni fa ci sfuggivano. Non dimentichiamo che nella grande maggioranza dei casi non abbiamo un’immagine diretta dei pianeti extrasolari che scopriamo, ma sappiamo della loro esistenza e delle loro caratteristiche (massa, periodo orbitale, distanza dalla stella, etc.) attraverso l’analisi delle piccolissime perturbazioni che essi inducono sul loro “Sole”.

BERNADETTE SOUBIROUS OVVERO L' IMPOSTURA DI LOURDES

Sempre seguendo l’impegno che ho preso di smascherare le imposture della Chiesa, anche se attualmente sono impegnato a scrivere un libro sugli imbrogli e le falsificazioni di Fatima, voglio comunque accennare qualche cosa di molto interessante su Lourdes e i suoi miracoli di cui attualmente, ricorrendone il centocinquantesimo anniversario, tanto si parla.

Bernadette Soubirous aveva quindici anni quando ebbe quella che viene dichiarata come prima apparizione dell’Immacolata Concezione nella grotta di Massabielle. 
Suo padre Francois Soubirous era un alcolizzato e sua madre Luisa era sempre ubriaca.